Regione Veneto

Costo di Costruzione

 

RESIDENZA
Per quanto riguarda i nuovi immobili a destinazione residenziale l’importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione:
a) della tabella per la determinazione della classe di appartenenza allegata al D.M. 801/1977;
b) dell’aliquota determinata in base alle caratteristiche tipologiche ed ai parametri funzionali ai sensi della tabella A.4 allegata alla L.R. 61/1985, comunque non inferiore al 5% e non superiore al 20% come disposto dall’art. 16, comma 9, del D.P.R. 380/2001f ino alle determinazioni regionali.
c) del costo di costruzione unitario di nuovi edifici residenziali aggiornato con specifico provvedimento da parte del Comune.

Per quanto riguarda gli interventi su immobili esistenti a destinazione residenziale l’importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato sulla base di computo metrico estimativo dell’intervento mediante applicazione dell’aliquota stabilita dalle deliberazioni comunali. In ogni caso il valore del contributo calcolato non potrà essere superiore al valore determinato per le nuove costruzioni ai sensi dell’art. 16, comma 6, del D.P.R. 380/2001.


Valore di riferimento per il Costo di Costruzione: 255,13 €/mq  (Ultimo aggiornamento con determinazione dirigenziale 99 del 16/02/2021)

Maggiorazione:
classe I : percentuale di incremento fino a 5 inclusa : nessuna maggiorazione
classe II : percentuale di incremento da 6 a 10 inclusa : maggiorazione del 5%
classe III : percentuale di incremento da 11 a 15 inclusa : maggiorazione del 10%
classe IV : percentuale di incremento da 16 a 20 inclusa : maggiorazione del 15%
classe V : percentuale di incremento da 21 a 25 inclusa : maggiorazione del 20%
classe VI : percentuale di incremento da 26 a 30 inclusa : maggiorazione del 25%
classe VII : percentuale di incremento da 31 a 35 inclusa : maggiorazione del 30%
classe VIII : percentuale di incremento da 36 a 40 inclusa : maggiorazione del 35%
classe IX : percentuale di incremento da 41 a 45 inclusa : maggiorazione del 40%
classe X : percentuale di incremento da 46 a 50 inclusa : maggiorazione del 45%
classe XI : percentuale di incremento da 51 a 55 inclusa : maggiorazione del 50%


Tabella A4 allegata alla legge regionale 27 giugno 1985, n. 61, sostituita dalla legge regionale 16 marzo 2015, n. 4

COMMERCIALE
Per quanto riguarda interventi su edifici a destinazione commerciale l’importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione delle aliquote che seguono:
TESSUTO STORICO 6%
TESSUTO RESIDENZIALE OMOGENEO DENSO 6%
ALTRI TESSUTI 5%

DIREZIONALE
Per quanto riguarda interventi su edifici a destinazione direzionale l’importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione delle aliquote che seguono:
TESSUTO STORICO 8%
TESSUTO RESIDENZIALE OMOGENEO DENSO 8%
ALTRI TESSUTI 7%

TURISTICA RICETTIVA
Per quanto riguarda interventi su edifici a destinazione turistica ricettiva l’importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione delle aliquote che seguono:
TESSUTO STORICO 6%
TESSUTO RESIDENZIALE OMOGENEO DENSO 6%
ALTRI TESSUTI 5%
 
La quota di contributo relativa al costo di costruzione può essere corrisposta nei seguenti modi:
a) unica soluzione: pagamento dell’intera somma entro la data di inizio dei lavori per i Permessi di costruire, o entro la data di efficacia della SCIA in alternativa al PDC
b) solamente per importi superiori a € 1.000,00 rateizzazione in due rate come segue:
  1. pagamento della prima rata (50% dell’importo) entro  la data di inizio dei lavori  per il Permesso di costruire o entro la  data di efficacia della SCIA in alternativa al PDC;
  2. pagamento della seconda rata (50% dell’importo) entro 60 gg dalla la data di fine lavori.

In tutti i tipi di rateizzazione è necessario stipulare una polizza fideiussoria a garanzia delle rate dovute successive alla prima. ll mancato o ritardato pagamento del contributo comporta l’applicazione delle sanzione previste dall'articolo 42 del DPR 380/2001. E’ possibile richiedere, con istanza motivata, la restituzione del contributo di costruzione già versato qualora, ad esempio, l’intervento non venga realizzato o qualora sia stata versata una somma eccedente rispetto a quella dovuta.


Modalità di versamento
Il pagamento potrà avvenire direttamente dal portale dei pagamenti della Regione del Veneto attraverso il sistema pagoPA. Con pagoPA potrà gestire i suoi pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modo semplice e immediato, sui canali fisici e su quelli online.
torna all'inizio del contenuto